• slide-01
  • slide-02
  • slide-03
  • slide-04

 

Fondazione no profit nata per sviluppare e costruire il futuro dei giovani farmacisti

Agifar Academy Lab:

nasce a Verona il primo centro di formazione permanente d’Italia

La Fondazione Agifar Academy presenta il primo laboratorio galenico con l'obiettivo esclusivo della formazione professionale

La Fondazione Agifar Academy, nata dalla collaborazione di varie Associazioni di Giovani Farmacisti, ha presentato ieri, 12 maggio, il primo Centro di formazione in Italia di proprietà dei giovani farmacisti, ideato per realizzare una formazione galenica di alto livello.

La sede prescelta per il laboratorio è nel veronese, a Badia Calavena, all'interno dell'azienda TH. Kohl (leader in Italia nella realizzazione di arredi per farmacie), partner fondamentale, che ha creduto in maniera importante nel progetto.

La Fondazione, la cui finalità esclusiva è la formazione professionale dei farmacisti, gode del patrocinio della FOFI, Federazione Nazionale Ordini dei Farmacisti, di Federfarma e di UTIFAR, Unione Tecnica Italiana Farmacisti.

Oltre ad essere il primo in Italia di questo tipo, è l'unico in assoluto presente nel Triveneto, dove non esistono realtà formative in ambito galenico.

Si tratta quindi di una novità significativa, perché prima d'ora mai nessuno aveva realizzato una struttura simile totalmente indipendente, rivolta a tutti i farmacisti che vogliano completare la propria professionalità attraverso uno dei cardini imprescindibili e tradizionali della professione di farmacista: la Galenica.

Per Galenica si intende la capacità del farmacista di preparare personalmente farmaci e rimedi nel laboratorio presente in farmacia.

 

 

Il centro formativo

Le lezioni saranno strutturate in moduli suddivisi per argomenti e si terranno nel fine settimana, in weekend full immersion, e prevederanno anche una parte dedicata alla comunicazione e al management.

«Siamo orgogliosi di presentare questo strumento unico a livello nazionale per la formazione del farmacista – spiega Davide Petrosillo, presidente Agifar Academy - L’avanguardistico laboratorio di galenica è solo uno degli ambiti che vengono affrontati e sviluppati in questa scuola di alta professionalità. Per questo abbiamo pensato, ad esempio, alla creazione di un vero e proprio “modello”, la riproduzione a tutti gli effetti dell’interno di una farmacia, con tanto di bancone, per potere simulare la quotidianità che ha come fulcro il contatto e la comunicazione con il paziente senza dimenticare, però, l’intera gestione dell’impresa-farmacia. Per essere farmacisti preparati e professionali è necessario che alla formazione universitaria si affianchi la pratica, ma questo si realizza normalmente in anni e anni di esperienza. Il laboratorio di Badia Calavena, che consideriamo il fiore all’occhiello dell’Agifar Academy, punta ad una preparazione mirata affinché i giovani laureati possano inserirsi con maggiori credenziali nel mondo del lavoro, offrendo contemporaneamente anche ai farmacisti più maturi la possibilità di approfondire le proprie conoscenze».

Il Centro di formazione offre quindi una grande opportunità a tutti i farmacisti, di acquisire un bagaglio di conoscenze imprescindibile per poter svolgere al meglio la propria professione.

«Attualmente siamo gli unici in Triveneto ad avere un centro di formazione integrata in cui offrire formazione galenica e gestione della comunicazione post universitarie ad un livello altamente specializzato, ma il nostro obiettivo è ancora più ambizioso, offrire in futuro dei Master modulari in collaborazione con l'Università - spiega Matteo Zerbinato, presidente Agifar Verona - A breve, inoltre, i nostri corsi saranno fruibili a distanza grazie a dei video tutorial e renderemo ancora più interessanti le lezioni frontali con l'utilizzo delle telecamere per la correzione degli errori nei quali i nostri studenti possono incorrere durante la pratica quotidiana in farmacia. Personalmente ritengo questa scuola un sogno che si realizza e una fondamentale opportunità di formazione necessaria a chi desidera intraprendere la professione del farmacista con passione e competenza, mirando a costruire un ruolo sempre più insostituibile all'interno del sistema salute».

«Credo che Agifar-Academy possa essere “racchiusa” in tre semplici definizioni: visione, impegno ed entusiasmo – prosegue Roberto Pasqua, Easter consulting, docente del corso - Affrontare le esigenze della nuova generazione di farmacisti sulla base della evoluzione continua del mercato; l’impegno che questi giovani hanno deciso di profondere per continuare ad esercitare una professione così strategica, sebbene in un contesto generale di trasformazione che ne vorrebbe ridotto il ruolo; infine, l’entusiasmo, col quale stanno affrontando questo momento, investendo sulla specificità delle proprie competenze professionali, differenziandosi così dal resto dell’offerta presente sul mercato»

 «Non potrebbe esistere “il farmacista” se non vi fosse una preparazione ed una professionalità acquisita in questo campo - conclude Nicola Realdon, Docente di Tecnologie e Legislazione farmaceutica, Università di Padova, intervenuto alla presentazione - E anche oggi l’attività di laboratorio da parte del farmacista è una componente essenziale dell’attività più complessiva dell’assistenza farmacologica: pensiamo ad esempio a tutti quei trattamenti “ a domicilio” che il sistema sanitario adotta per ragioni di bilancio: senza una farmacia con capacità galenica, in zone fortemente disagiate, molti di questi trattamenti non sarebbero possibili. La forza di questo corso sta non soltanto nell’implementare le conoscenze di base acquisite dai giovani farmacisti in facoltà, ma integrarle anche con nozioni più ampie legate alla gestione di una moderna farmacia in un contesto competitivo totalmente cambiato».

 

Il Gruppo Th.Kohl

TH. Kohl, da oltre 50 anni leader nel settore dell'architettura d'interni per farmacie, e Pharmatek, azienda specializzata nell'automazione in farmacia, hanno fortemente creduto nel progetto, mettendo a disposizione gli spazi, nella sede di Badia Calavena (Verona), per realizzare una struttura che ha come obiettivo la formazione tecnico-scientifica e manageriale dei farmacisti, in particolare nei primi anni di esercizio della professione.

«Accogliere l’Agifar Academy nella nostra sede è un ulteriore passo lungo la strada della trasformazione di questa realtà – spiega Renzo Pomari, direttore generale TH. Kohl - che l’anno scorso ha compiuto i suoi primi cinquant’anni di attività: da semplice fornitore di attrezzature a partner strategico del sistema delle farmacie italiane alle quali il “metodo Kohl” fornisce non soltanto soluzioni tecniche, ma anche una completa ricerca di mercato sulle potenzialità di sviluppo della farmacia stessa analizzando i competitor, l’area di ubicazione, le possibilità di ritorno in tempi certi dell’investimento fatto. Valutando il potenziale di crescita della farmacia, aiutiamo il farmacista – che è un imprenditore – a stimare le migliori soluzioni per la propria azienda. E, fra queste, la concreta affermazione di una professionalità unica è certamente una reale opportunità»

 

La sfida

Per una farmacia sempre più al servizio dei cittadini e della loro salute, con farmacisti sempre più preparati, con capacità che permettano la realizzazione di preparazioni di laboratorio personalizzate e che rispondano sempre meglio alle individuali e personali necessità di cura della propria salute e del proprio benessere.

«Questa iniziativa rappresenta un passo in avanti nella direzione tracciata per il futuro della professione, con il farmacista che non è solo dispensatore di farmaci, ma professionista della salute, al servizio del cittadino - spiega Massimo Martari, presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Verona - Un'evoluzione che parte da uno dei principi fondanti della professione: la galenica, che è alla base del nostro lavoro».

«Forse ai non addetti ai lavori sembra anacronistico il fatto che ai giovani farmacisti, e non solo, venga data la possibilità di approfondire e sviluppare le proprie conoscenze galeniche pensando a una farmacia che molti interventi legislativi hanno cercato di spingere verso lidi prettamente commerciali – afferma Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona - In realtà la farmacia, nata come officina di preparazione del farmaco, ha mantenuto nel tempo questa peculiarità e l’ha addirittura sviluppata in questi ultimi anni, proprio per prendere le distanze da quella deriva commerciale voluta da alcuni e per offrire, inoltre, un servizio sempre più professionale».

«Sono in primis i cittadini a chiedere al farmacista un ruolo forte, un rapporto personalizzato, un punto di ascolto competente ed attento rispetto a strutture dove non ci si può che fermare alla mera consegna di alcune tipologie di farmaci - conclude Alberto Fontanesi, presidente Federfarma Veneto - Quindi bene questo percorso di formazione che investe anche aspetti più pratici, ma non per questo meno importanti, dell’attività d’impresa del farmacista. I farmacisti, insomma, credono e stanno investendo in una farmacia aperta ad operatività nuove – penso ad esempio alla piattaforma sulla glicemia o a quella sulla verifica dell’aderenza terapeutica del paziente – a tutto vantaggio sia del sistema sanitario e delle sue politiche anti-sprechi che della salute stessa dei cittadini».